Imparare a cucire: alcune attività pratiche da conoscere

Imparare a cucire: alcune attività pratiche da conoscere

Imparare a cucire: alcune attività pratiche da conoscere

Il cucito è un’attività più semplice di quanto si pensi. La maggior parte delle persone che non sa cucire, ha solo scarsa mancanza di volontà. Basta davvero applicarsi qualche giorno, leggere le nozioni di base delle varie tecniche e si inizieranno a svolgere senza difficoltà i primi lavori.
Tu sei una delle persone che se si stacca un bottone, fa finta di nulla? Oppure chiedi alla nonna più anziana di rimetterlo? Allora questo è l’articolo che fa per te.
Con pochi pratici consigli, voglio farti conoscere la tecnica del ricamo.
Ti serviranno alcuni strumenti facili da reperire, come ago, filo, forbici, oltre ad una buona motivazione ad imparare finalmente a cucire.
Vediamo insieme come fare e quali sono i passaggi da seguire.

Imparare a cucire: come si attacca un bottone

Passiamo subito alla pratica: come si attacca un bottone?
Nulla di più semplice. Per prima cosa prendete l’ago e tenetelo dritto.
Ci siete ancora? Bene, ora prendete il filo e fatelo passare almeno un paio di volte in ogni foro del bottone. Nello svolgere questa operazione, state attenti a non tirare troppo. Fate con calma senza forzare il filo.
Esistono bottoni a due fori oppure a quattro fori. La tecnica da applicare nella cucitura è più o meno la stessa.
Il vantaggio dei bottoni a quattro fori è che possono essere cuciti in ”due tempi”.
Se sarete così poco delicati da rompere il filo, con questa tecnica, ci sarà l’altro a tenere fermo il bottone e diventare così la vostra ancora di salvezza.

Imparare a cucire: come si fa un rammendo

Tutti noi almeno una volta, abbiamo avuto un calzino bucato o una maglia strappata.
In questi casi, piuttosto che buttare il capo o continuare ad indossarlo in quelle condizioni, è molto utile inserire un rammendo. Ma come si fa? Scopriamolo insieme.
Per prima cosa, sarebbe bene utilizzare lo stesso tessuto del capo, per non dare nell’occhio e non far risaltare “la correzione”.
Il procedimento di base è molto semplice e simile a quello del bottone.
Inizialmente si fissa un supporto al di sotto del buco. Per correggere lo strappo bisogna tessere dei punti lunghi verticali. Poi si prosegue l’operazione con la finitura del rammendo, passando l’ago sopra e sotto i fili appena tessuti.
Per facilitare l’intera procedura, per voi che siete alle prime armi, è consigliabile l’acquisto di una macchinetta infila ago. Acquistabile sul sicuro rivenditore La Mercerissima.it, questo supporto sarà la vostra salvezza durante i primi giorni di cucitura.

Commenti Facebook

RELATED ARTICLES

Cerchi Abiti da Sposa? La nuova tendenza di acquisto è online.

Cerchi Abiti da Sposa? La nuova tendenza di acquisto è online.

L’abito da sposa è un evergreen che tutte le donne vorrebbero indossare almeno una volta

READ MORE
Come vestire i bambini al battesimo? Guida pratica

Come vestire i bambini al battesimo? Guida pratica

Il battesimo rappresenta un primo traguardo importante nella vita di un bambino. I genitori impegnano

READ MORE
Attenzione neonato in arrivo! i 10 consigli per sopravvivere al meglio

Attenzione neonato in arrivo! i 10 consigli per sopravvivere al meglio

L’arrivo di un figlio porta con sé, un uragano di emozioni: da una parte la

READ MORE
Passione ricamo: gli uomini sono sempre interessati!

Passione ricamo: gli uomini sono sempre interessati!

Il ricamo nasce prevalentemente come arte femminile. Nel corso degli anni, si sono sviluppate tantissime

READ MORE