In Germania entra in vigore la legge contro l’hate speech e le fake news

In Germania entra in vigore la legge contro l’hate speech e le fake news

In Germania entra in vigore la legge contro l’hate speech e le fake news

Vocidallestero.it ha tradotto l’articolo di Evelyn Douek sull’introduzione della legge contro hate speech e fake news in Germania entrata in vigore lo scorso 1 ottobre e con piena efficacia dal 1 gennaio 2018.

In questo modo il governo tedesco forza Facebook e gli altri social network alla censura estrema:

“La Legge tedesca per Migliorare l’Applicazione del Diritto nei Social Networks (conosciuta come Legge di Applicazione del Diritto nella Rete o NetzDG), che è rivolta ai crimini di odio online e alle notizie false, è entrata in vigore il 1 ottobre 2017. Sia il ministero della giustizia che le società dei social media sono alle prese con le disposizioni del provvedimento, prima che la legge assuma piena efficacia il 1° gennaio 2018. Il NetzDG ha una notevole importanza perché si tratta di una mossa audace da parte di uno dei numerosi legislatori che in tutto il mondo stanno cercando di mitigare i problemi creati dalle nuove reti di comunicazione online. La legge minaccia pesanti sanzioni, tra cui 50 milioni di euro di multa ai social network che non riescano a rimuovere i contenuti offensivi entro le 24 ore.

Molto criticata fin dall’inizio, la NetzDG comporta il rischio che, per evitare le multe, le aziende eccedano nella censura dei propri utenti . Questo articolo descrive l’architettura di base della legge ed esamina le preoccupazioni principali su come potrebbe funzionare in pratica. (Leggi tutto)

Commenti Facebook

RELATED ARTICLES

Elezioni: Di Maio: “M5S ha già vinto, triplicheremo parlamentari”

Elezioni: Di Maio: “M5S ha già vinto, triplicheremo parlamentari”

“Sia Renzi che Berlusconi dicono che la battaglia è contro di noi. Ogni volta che

READ MORE
Orietta Berti: “Voto Grillo. Di Maio troppo bello”. Pd presenta esposto all’Agcom. Candidato premier M5s: “Censura”
I Sondaggi danno M5S come primo partito, PD in calo, Centrodestra al 35%

I Sondaggi danno M5S come primo partito, PD in calo, Centrodestra al 35%

Secondo Ipsos, i Cinque Stelle salgono al 28,7% e conquistano 169 deputati. Giù il Pd,

READ MORE
Liberi e uguali, Grasso: “Boldrini chiude al M5s? La comprendo, ma non decide lei”

Liberi e uguali, Grasso: “Boldrini chiude al M5s? La comprendo, ma non decide lei”

Il presidente del Senato durante L’intervista di Maria Latella, su Skytg24, non chiude a un’alleanza

READ MORE