Differenze tra tappeti moderni e antichi

Differenze tra tappeti moderni e antichi

Novembre 22, 2013 Off Di Redazione

tappeti antichi raccolgono l’essenza dell’epoca a cui è rivolto, ma allo stesso tempo, i tappeti moderni raffigurano di più la società di oggi, per quanto esso si ispiri a temi retro.
Ma quali sono le principali differenze tra le due tipologie di tappeti? I tappeti antichi sono superati?
Il tappeto, antico o moderno che sia, ha la sua funzione nell’arricchire un’ambientazione domestica o lavorativa e deve in qualche modo far risaltare l’arredamento o qualche particolare di esso.

I tappeti antichi più conosciuti sono quelli persiani, del Caucaso o dell’Angola, antichi tappeti molto costosi, non pero accessibili a tutti. Essi hanno disegni molto particolari che ricordano l’antica, sfarzosa Persia, dove i colori principali ricordavano il colore del legno, spesso impreziositi con qualche particolare d’oro. Stanno molto bene con ambienti eseguiti con mobili antichi o semplicemente retrò. I toni dei tappeti antichi spesso sono sul rosso, colore che indica passione, il quale si lega molto ad ambienti non tanto luminosi, contribuendo dando colore.

I più diffusi nelle nostre case sono però ormai i classici tappeti di cotone a trama piatta, con disegni molto semplici, ma colori molto vivaci.
La scelta del tappeto, va fatta in base all’arredamento della stanza scelta per ospitarlo. I tappeti moderni, a differenza di quelli antichi, sono a trama molto semplice e di norma dai colori molto vivaci e facilmente abbinabili. Le forme dei disegni ricordano molto le figure geometriche e spesso, scappano dai rigidi canoni della forma del tappeto stesso, in quanto si possono trovare tappeti di forma ellittica, o triangolare e, ormai non più tanto strano, anche di forma irregolare.

Si può scegliere di abbinarlo ai colori predominanti di tende e rivestimenti magari del divano, ottenendo cosi un risultato monocromatico o con pochi sbalzi nelle sfumature, in modo da conferire fluidità a tutto ciò che è nella stanza.
Si può altrimenti decidere di staccare completamente da quelli che sono i colori predominanti e azzardare quindi una scelta più rischiosa che conferisca dinamicità alla stanza, scegliendo anche la forma opposta alla struttura della stanza o tappeti che ricordano la forma di un solo oggetto presente.