Scopriamo gli alfabeti per il punto croce

Scopriamo gli alfabeti per il punto croce

Gennaio 26, 2015 Off Di Redazione

Chi da poco si sta avvicinando al mondo del ricamo e non è ancora particolarmente competente in materia sa che il primo punto che si impara quando si è alle prese con il telaio è quello del punto croce, e che i primi lavori su cui ci si impegna sono formati dai cosiddetti sampler. Si tratta di alfabeti o di numeri ricamati su tela che hanno origini antichissime (in Europa le prime tracce di questo tipo di ricami risalgono al Medioevo) e costituiscono non solo un valido campo di esercizio per ricamatrici esperte o meno, ma anche dei bellissimi oggetti di decoro per la casa.

esercita la tua passione con gli alfabeti a punto croce

Gli alfabeti per il punto croce possono letteralmente appassionare oltre ad essere adoperati in mille modi: come runner per tavoli, presine, canovacci, fodere per cuscini, tovagliette per la colazione, quadri di qualsiasi dimensione e tutto ciò che la fantasia suggerisce. Le ricamatrici navigate e dalla grande abilità sono capaci di creare alfabeti per il punto croce che rappresentano dei veri e propri capolavori, grazie ad una sapiente alternanza di colori e di filati, tali da determinare effetti ombra o rilievi.

Realizzare un sampler che raffiguri un alfabeto con la tecnica del punto croce non è difficile, basta seguire poche ma tassative regole. Innanzitutto occorre prediligere una tela adeguata al livello di preparazione di chi si avvia ai lavori all uncinetto: se si è alle prime armi meglio cominciare con una tela Aida a trama larga e con meno punti per centimetro. Poi ci si concentrerà sull’ago, anch’esso proporzionato al filo che si andrà a scegliere ed alla trama della tela su cui bisognerà lavorare.

preparazione al sampler punto croce, nuove ispirazioni per lavori all’uncinetto

A questo punto sarà vostro compito liberare la fantasia lasciandovi ispirare da una composizione esistente o immaginare ex novo il disegno. Le ricamatrici esperte procedono come i pittori: disegnano sulla tela e poi vi ricamano su stabilendo volta per volta quali colori utilizzare. Tutte le altre potranno invece affidarsi ai milioni di schemi punto croce già pronti reperibili ovunque, dalle riviste specializzate ai siti web dedicati al ricamo fino ai blog dedicati. Dopo questa preparazione si può cominciare a ricamare l’alfabeto, seguendo punto per punto l’alternarsi dei colori e le misure delle lettere.

Una volta finito il lavoro gli alfabeti per il punto croce daranno grande soddisfazione: se sono stati ricamati insieme con qualche simpatico animaletto o pupazzo potranno essere utilizzati per la camera dei bambini, per coprire una lampada o come bavaglini; se invece alle lettere sono state affiancate rose o altri fiori il sampler potrà diventare anche uno splendido regalo per una mamma o un’amica.