Fabbrica 4.0: Quando Il Manifatturiero Incontra Le Tecnologie Digitali

Fabbrica 4.0: Quando Il Manifatturiero Incontra Le Tecnologie Digitali

Aprile 9, 2015 Off Di Redazione

(Fonte Smau.it) “Oggi stiamo vivendo la quarta rivoluzione industriale, nella quale gli oggetti fisici sono perfettamente integrati nella rete delle informazioni. Internet si combinerà infatti sempre più con le macchine intelligenti, processi produttivi e processi per formare una sofisticata rete. Il mondo reale si sta trasformando in un enorme sistema di informazioni.”

Quello della Fabbrica 4.0 sarà uno dei temi centrali del Roadshow Smau 2015. A partire dalla tappa di Padova appena conclusa, un’arena Fabbrica 4.0 e un’offerta di innovazione proveniente dai grandi protagonisti dell’industria digital e dalle startup del territorio, mostreranno come le tecnologie digitali possono rappresentare una leva di sviluppo per il settore Manifatturiero.

Grazie alla partnership con Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici e alle convenzioni con le associazioni di categoria che più rappresentano il settore nel nostro Paese, il Roadshow Smau 2015 sarà un luogo di incontro sul territorio tra domanda e offerta di innovazione specifica per il settore, conmomenti di networking dedicati, premi e formazione a cura di docenti e analisti che potranno illustrare i principali trend del settore (stampa 3D, prototipazione rapida, movimento dei makers e fablab, internet degli oggetti, realtà aumentata ecc..).


All’interno dell’Arena Fabbrica 4.0 si susseguiranno workshop gratuiti da 50 minuti sul tema, a cura di analisti e docenti. Per fare un esempio, a Smau Padova, dall’Università di Brescia, Massimo Zanardini ci ha spiegato nel suo workshop “Digital Manufacturing: i numeri del cambiamento tra opportunità e minacce” la portata di questo fenomeno su scala nazionale, mentre nel workshop “La digital Factory per vincere”, Confindustria SIT ha presentato la case study: Layout 3D per la simulazione e l’ottimizzazione dei processi negli impianti per il settore del legno”.

Sempre a Padova, nell’ambito del Premio Innovazione Digitale, tra i 5 vincitori, spicca il nome di Modenese Gastone, azienda della provincia di Padova produttrice di mobili specializzata nella cura del mobile imbottito e nella lavorazione del legno, della pelle e delle finiture pregiate che ha puntato, con la collaborazione dell’azienda Redder Telco, sulla connessione a onde radio per mettere in comunicazione tra loro gli uffici e i nuovi settori produttivi dislocati in tre sedi differenti.

All’interno dell’area espositiva, grande attenzione verso la soluzione di realtà aumentata presentata da Soluzioni Software: “Una integrazione di SAP Business One, di cui siamo partner storici, con la realtà aumentata, per la gestione degli interventi di assistenza tecnica e manutenzione disponibile su Device Mobile e dispositivi wearable”, dichiara Silvia Pillan, Marketing e Communication Manager IDX – Soluzioni Software.
Grande interesse anche per Lumi Industries, vincitrice del premio Lamarck con la loro stampante 3D per il mercato di massa e perMadeUp, startup che realizza un innovativo sistema anticontraffazione per la tutela dei prodotti Made in Italy (dal fashion all’agroalimentare).