Vasca da bagno: la scelta!

Vasca da bagno: la scelta!

Giugno 1, 2015 Off Di Massimiliano Roveri

Vasca o non vasca? La scelta della vasca da bagno è una scelta importante, perché influenza lo stile del resto della stanza. In primo luogo è necessario decidere se si desidera una vasca freestanding o integrata, e questa scelta è fortemente influenzata dalle dimensioni del bagno.

E vasca da bagno sia, ma quale?

La vasca freestanding è davvero popolare, è tornata prepotentemente di moda negli ultimi tempi, anche perché da sola regala quella sensazione di resort che è il must per ogni bagno.
Così, in un’ampia metratura la vasca freestanding è la scelta azzeccata, perché diventa il punto focale e attira l’attenzione.
Ma ugualmente trendy è la vasca incassata, circondata dalle piastrelle che rivestono il bagno.
Soprattutto se libera almeno su tre lati, questa tipologia non ha nulla da invidiare alla collega, e regala ugualmente la sensazione di trovarsi in una spa, magari occupando meno spazio e costando anche meno!
Qualora poi, vuoi per scelta stilistica, vuoi per necessità di spazio, si scelga invece di utilizzare la zona della vasca per installare anche la doccia, utilissima si rivela la vasca con bordo integrato, che aiuta a contenere il getto dell’acqua quando si usa come doccia, impedendo che ristagni o si infiltri nelle piastrelle e nel muro, causando la muffa.

Vasca da bagno di che materiale sceglierla?

Quanto ai materiali, la scelta può variare molto. Le opzioni variano tra: acrilico, un materiale che sta prendendo sempre più piede, grazie alle sue caratteristiche di lunga durata, resistenza, capacità di trattenere il calore… Unico neo: può essere un più costoso di altri materiali.
Acciaio smaltato: molto resistente a graffi e urti.
Materiali compositi solidi: il più conosciuto è il Corian, prodotto dalla DuPont sin dal 1967, ha una superficie ricoperta in gel speciali, non porosa, impermeabile ai batteri e resistente nel tempo anche alla scoloritura dovuta all’uso e alla luce solare.