L'incontinenza fecale e il metodo THD Gatekeeper

Ottobre 19, 2015 Off Di ZenzCom

L’incontinenza fecale non è un disturbo che si manifesta solamente durante la terza età ma colpisce un gran numero di persone anche ben prima dei sessant’anni. Questa tipologia di incontinenza si manifesta in donne che durante il parto hanno subito lesioni al pavimento pelvico, in persone che hanno particolari patologie e in pazienti che sono stati colpiti da traumi fisici o che hanno problemi neurologici.
imgresCirca il 2% della popolazione totale soffre di incontinenza fecale, un problema grave che però può essere risolto con trattamenti che agiscono in modo estremamente efficace sulla malattia. Il caso del metodo chirurgico THD Gatekeeper studiato dal Professor Carlo Ratto: i pazienti che necessitano di questi trattamenti non sono in grado di trattenere le feci spesso a causa di lesioni dello sfintere anale esterno ma anche per problemi di lassità.
In entrambi i casi il paziente è costretto a vivere un disagio costante (le perdite imbarazzanti sono davvero un problema per affrontare la vita di tutti i giorni in modo sereno) che comporta notevoli ripercussioni sulla qualità della sua vita e di chi gli sta intorno, sia dal punto di vista emotivo che fisico.
Il metodo THD Gatekeeper non è altro che una tecnica chirurgica che consiste nell’inserire sottili e piccolissime protesi autoespandenti tra lo sfintere interno e quello esterno, una pratica a ridotta invasività.