Noleggio a lungo termine: un successo italiano

Noleggio a lungo termine: un successo italiano

Ottobre 25, 2015 Off Di Redazione

Il noleggio a lungo termine è la soluzione più amata per chi deve acquistare una auto, l’auto in prestito sia essa aziendale o no è diventato un nuovo modo per essere sempre in movimento con una auto nuova scattante e ben tenuta.
In Italia è in corso una piccola rivoluzione a quattro ruote, ne sono certi un po’ tutti.
Secondo quanto è emerso dalla lettura e dall’analisi dati condotta da Aniasa che la quota sul totale del mercato automobilistico è scesa dal 38,6% di fine 2014 all’attuale 37% dati che potrebbero far paura se non che a quanto pare le sorti sono state risollevate dalla comparsa dei privati che operano nel settore e nel comparto noleggio auto a lungo termine.
Motore portante della risalita è stata la kermesse milanese internazionale Expo.
Secondo quanto dichiarato dal dottor Teofilatto, direttore Aniasa, per quanto riguarda il comparto dei privati si passa da circa 571 mila (auto immatricolate ndr) dei primi otto mesi dell’anno scorso a quasi 665 mila (auto immatricolate ndr), con un incremento del 16,4%.
Una risalita importante che è stata dovuta massimamente all’Expo infatti è poco prima dell’inizio di Expo che si è avuta la principale impennata per quanto riguarda le auto noleggio lungo termine in uso alle aziende e alle PMI italiane presenti in fiera, ma proprio grazie al fenomeno EXPO è l’opzione auto in affitto è cresciuto in tutto il Paese proprio perchè si è dovuto dare una mossa alla mobilità, effetto EXPO ovviamente anche sulle lotte delle pubbliche amministrazioni che hanno dovuto innovare il parco auto scegliendo di aprire delle contrattazioni con gare e bandi per società che si occupano proprio del segmento noleggio.
 
Tutto ci si è è tradotto in un successo della formula che in Italia è stata in grado di tirare su un comparto, quello automobilistico, abbastanza messo in crisi dalla crisi economica che invece grazie a questa nuova soluzione gli investimenti in vetture sono cresciuti e anche le case automobilistiche hanno avuto il loro beneficio.