Vasetti per sott'olio: conservare sottovuoto

Gennaio 9, 2016 Off Di ZenzCom

Conservare i cibi all’interno di contenitori o vasetti per sott’olio è un processo molto antico, perché le persone hanno sempre avuto il bisogno di dilazionare le riserve di cibo nel corso del tempo. Praticamente tutti gli alimenti vanno incontro a un degrado e diventano non commestibili, perdono le proprietà organolettiche che hanno al loro interno e persino il proprio valore nutritivo. Questo è dovuto soprattutto alla proliferazione dei micro-organismi che producono sostanze tossiche contribuiscono al degrado del cibo.

foto di vasetti per sott'olioLe tecniche per conservare verdure, frutta, carne, pesce sono veramente molte e si differenziano in base a se si punta sulla temperatura, come nel caso della pastorizzazione, sulla composizione dell’atmosfera, e qui il metodo migliore utilizzato è quello sulla conservazione sottovuoto ma anche sottolio, o su tante altre caratteristiche. 

Conservare un alimento nei vasetti per sott’olio, quindi, è semplice ed anche economico. La frutta e la verdura devono essere perfette dal punto di vista della maturazione, non acerbe nè troppo mature, i vasi vanno lavati assieme alle capsule in acqua non bollente, calda ma non bollita: questo è estremamente importante per non compromettere la riuscita del sottovuoto.

A tal proposito scegliete capsule nuove, così la tenuta ermetica sarà garantita, ricordatevi di non salire oltre il livello che c’è alla base del collo quando state riempiendo il vasetto e state attenti ad evitare le bolle d’aria, se ci sono eliminatele con un cucchiaio.