L’anodizzazione dell’alluminio per evitare i fenomeni corrosivi

L’anodizzazione dell’alluminio per evitare i fenomeni corrosivi

Aprile 19, 2016 Off Di ZenzCom

Per i manufatti e gli oggetti di metallo non esiste rischio più grave della corrosione, che ogni anno causa danni economici per milioni e milioni di dollari. Il problema è tanto grave che esistono diverse organizzazioni operative su scala internazionale che se ne occupano; una delle più importanti è, ad esempio, la NACE International – Worldwide Corrosion Authority, fondata nel 1943 e dedita alla “protezione dell’ambiente, promozione della sicurezza pubblica e riduzione degli impatti economici della corrosione”.
Logo Zep-NicasilMolto attiva nell’ambito della ricerca, la NACE International ha recentemente dato notizia di uno studio (International Measures of Prevention, Application and Economics of Corrosion Technology – IMPACT) riguardante le buone pratiche relative alla protezione dalla corrosione, che non solamente permetterebbero di incrementare la sicurezza ma anche di diminuire notevolmente le sue ripercussioni economiche. Si calcola infatti che il costo annuo globale dei fenomeni corrosivi sia pari a 2500 miliardi di dollari, che equivalgono all’incirca al 3,4% del PIL globale.
Grandi e piccole infrastrutture, trasporti, settore industriale, utilities: davvero tanti sono i settori che possono beneficiare delle soluzioni contro la corrosione. A occuparsi di trattamenti ad hoc sui metalli è, nel nord Italia, l’azienda Zep-Nicasil con sede a Parma che si specializza in zincatura elettrolitica, stagnatura, anodizzazione dell’alluminio e altri processi volti a contrastare il deterioramento dei metalli – tutti personalizzabili in termini di procedimento e risultato finale per venire incontro alle esigenze del cliente. Per maggiori informazioni: 0521.272883 oppure e-mail info[at]nicasil-zep.com.