Ascensori e detrazioni fiscali

Aprile 6, 2017 Off Di ZenzCom

La detrazione al 50% sarà sicuramente fruibile fino al 31 dicembre 2017 ma non è escluso che la scadenza venga prorogata anche nel nuovo anno, il 2018 (proroga prossima Legge di Stabilità). Nel frattempo è opportuno che chi sta valutando la possibilità di effettuare un intervento di ristrutturazione edilizia si organizzi in fretta.

logo-ascensore-230x180Parlando di detrazione fiscale, quindi, è opportuno ricordare che essa può essere attribuita anche ai condomini minimi purchè siano in possesso di un codice fiscale. Fruibile nella misura elevata al 50%, la detrazione riguarda gli interventi che come ad esempio quelli di manutenzione ordinaria che i condomini possono decidere di realizzare sulle parti comuni degli edifici residenziali.

Il codice civile fornisce l’elenco preciso delle parti comuni su cui è possibile realizzare questi interventi di rinnovamento (fondazioni, tetti, scale, portoni d’ingresso, locali per la portineria, ascensori, cortili, fognature e via dicendo).

Tra gli interventi di manutenzione ordinaria ci sono sia le opere di riparazione, che quelle di sostituzione delle finiture: per condominio minimo, invece, si intende quello composto solo da due condomini (fino a otto condomini si chiama piccolo e non necessita dell’amministratore). Stai pensando di effettuare una ritrutturazione? Per gli ascensori a Busto Arsizio contatta i professionisti del settore!