Gli impianti di lavaggio CIP per l’industria alimentare e delle bevande

Gli impianti di lavaggio CIP per l’industria alimentare e delle bevande

Maggio 17, 2017 Off Di ZenzCom

A seconda del settore in cui operano, le aziende che dispongono di specifici macchinari spesso hanno anche a loro disposizione delle apposite tecnologie per effettuarne la pulizia. Questo vale senz’altro per il settore alimentare, dove le attrezzature produttive impiegate per ottenere succhi, bibite, liquidi di governo e altri prodotti vengono pulite e igienizzate mediante i cosiddetti sistemi “CIP”.
Gli impianti conosciuti con questa sigla, che sta a indicare Cleaning In Place – ovvero la pulizia direttamente in loco – fanno esattamente ciò che dice il loro nome: puliscono direttamente i macchinari coinvolti nel processo, riportandoli in condizioni ottimali di igiene fra un ciclo produttivo e l’altro.
Il fatto che questo trattamento avvenga in loco è frutto della complessità delle attrezzature produttive: sarebbe davvero impossibile smontarle e rimontarle ogni volta per pulirle, per non parlare poi dei costi e dei tempi morti!
Gli impianti di lavaggio CIP, connettendosi direttamente a questi macchinari ed effettuandone la pulizia con acqua in pressione e appositi detergenti, effettuano un’igienizzazione efficiente e rapida che ottimizza il processo produttivo e garantisce la salubrità degli alimenti.
La progettazione degli impianti Cleaning In Place gioca un ruolo fondamentale ai fini dell’efficienza, in quanto queste tecnologie vanno adattate al macchinario che andranno a pulire. Per ogni esigenza le aziende del settore food & beverage si potranno rivolgere agli specialisti di Prisma Tech, realtà parmigiana che realizza sistemi CIP personalizzati e sempre aggiornati dal punto di vista tecnologico. Per info e preventivi: salasciroppi.it.