Machu Picchu, lotta con turismo di massa

Machu Picchu, lotta con turismo di massa

Machu Picchu, lotta con turismo di massa

Per noi essere lì è sentirsi osservati. Non sei tu che guardi le montagne, sono loro che osservano te”. Quarant’anni tra quegli scavi e quelle vette, Fernando Astete non è solo l’antropologo storico direttore del sito più iconico di tutto il Perù. Per tutti è ”il guardiano di Machu Picchu”, il santuario patrimonio Unesco adagiato nella bellezza mozzafiato delle Ande amazzoniche. Da un mese in pensione è in questi giorni in Italia, ieri a convegno alla Curia Iulia al Foro di Roma, oggi al Mudec di Milano, a raccontare l’eterna lotta tra luoghi di bellezza e turismo di massa. ”Dal primo gennaio siamo ricorsi a nuovi percorsi ed entrate a orari”, dice, per garantire la sopravvivenza di ”un luogo sacro, prima ancora che storico, costruito per 400 residenti e massimo 1.500 persone riunite contemporaneamente, ma che oggi arriva fino a 6 mila visitatori al giorno”. Dopo aver mappato 37 mila ettari del sito, scoprendo strade e costruzioni, ”ho ancora una domanda: perchè gli Inca costruirono proprio lì?” Ansa

Commenti Facebook

RELATED ARTICLES

Boom turismo nelle città d’arte, 113 milioni presenze

Boom turismo nelle città d’arte, 113 milioni presenze

Cst-Confesercenti, Roma regina, a Matera +216% stranieri Dalle calli di Venezia ai Sassi di Matera

READ MORE
Mahama impacchetta Porta Venezia

Mahama impacchetta Porta Venezia

Materiali simbolo globalizzazione e ferite della storia I caselli daziari di Porta Venezia rivestiti da

READ MORE
Il passaporto che apre più frontiere nel mondo? Quello degli Emirati Arabi

Il passaporto che apre più frontiere nel mondo? Quello degli Emirati Arabi

Finora erano stati il Giappone e Singapore a detenere i passaporti più forti del mondo,

READ MORE
Jazz Day il 30 aprile in 190 Paesi

Jazz Day il 30 aprile in 190 Paesi

Unesco, concerti e conferenze per celebrare linguaggio di pace Il 30 aprile nel mondo si

READ MORE