Morbillo, 557 casi in Italia nei primi tre mesi dell’anno

Morbillo, 557 casi in Italia nei primi tre mesi dell’anno

Morbillo, 557 casi in Italia nei primi tre mesi dell’anno
Iss, un morto e 62 bambini sotto i 5 anni colpiti

Nei primi tre mesi dell’anno sono 557 i casi di morbillo segnalati in Italia, di cui 177 a gennaio, 170 a febbraio e 210 a marzo, con un’incidenza di 36,8 casi per milione di abitante. Per il 31% dei malati c’è stata almeno una complicanza, tra cui anche due casi di encefalite e un adulto di 45 anni è morto per complicanze respiratorie. Lo segnala l’ultimo bollettino Morbillo&Rosolia news dell’Istituto superiore di sanità. Sono stati segnalati 62 casi in bambini sotto i 5 anni di età, di cui 21 con meno di 1 anno.

Secondo i dati riportati, ben 18 Regioni hanno segnalato casi, anche se oltre la metà si è concentrata in Lombardia e Lazio, con incidenze ben più alte rispetto alla media nazionale (rispettivamente 64,6 e 93,6). L’età media delle persone colpite è stata 30 anni, ma sono stati segnalati 62 casi in bambini sotto i 5 anni di età, di cui 21 con meno di 1 anno. Non sono mancati casi anche tra chi lavora con il pubblico: 29 quelli riportati tra gli operatori sanitari e 8 tra gli operatori scolastici, dei quali nessuno era vaccinato. Il 40,2% di chi ha avuto complicanze è stato ricoverato e un ulteriore 26,9% si è rivolto ad un Pronto Soccorso. I dati dell’Istituto superiore di sanità mostrano come il morbillo abbia un andamento ciclico con picchi epidemici (oltre 300 casi) nei mesi di giugno 2013 e gennaio 2014, una diminuzione nel 2015, una lieve ripresa nel 2016, e un nuovo picco di 973 casi a marzo 2017. Dopo una progressiva diminuzione dei casi, a gennaio 2018 c’è stata una nuova ripresa che ha raggiunto il picco ad aprile 2018 con 496 casi, per poi diminuire progressivamente fino a raggiungere 56 casi nel mese di settembre 2018. Il numero di casi è rimasto pressoché stabile nei mesi successivi fino a dicembre 2018 (78). Nel mese di gennaio 2019 il numero di casi segnalati è raddoppiato rispetto al mese precedente, e un ulteriore aumento è stato registrato lo scorso marzo.

Leggi tutto

Commenti Facebook

RELATED ARTICLES

Carie non ‘ereditarie’, legate a fattori come igiene, dieta

Carie non ‘ereditarie’, legate a fattori come igiene, dieta

Studio sfata idea che vi sia una predisposizione genetica Le carie non sono una condanna

READ MORE
Trump agli americani, vaccinatevi contro il morbillo

Trump agli americani, vaccinatevi contro il morbillo

Numero di casi nel paese è il più elevato dal 2000 Il presidente americano Donald

READ MORE
Ribes, perilla, camomilla. I rimedi naturali per contrastare le allergie

Ribes, perilla, camomilla. I rimedi naturali per contrastare le allergie

Naturopata, riducono l’infiammazione e migliorano sistema immunitario L’arrivo della bella stagione molto spesso fa rima

READ MORE
Vaccini: emendamento Lega-M5s elimina obbligo certificazioni

Vaccini: emendamento Lega-M5s elimina obbligo certificazioni

Presentato in commissione Sanità Senato da Sileri e Cantù Niente più obbligo di presentare certificazioni

READ MORE