Polizia sui barconi: Le ONG fanno resistenza: “qui non salite!”

Polizia sui barconi: Le ONG fanno resistenza: “qui non salite!”

Polizia sui barconi: Le ONG fanno resistenza: “qui non salite!”

“Le Ong scappano dalla polizia. La proposta del procuratore di Catania, Carmelo Zuccaro, di far salire a bordo delle navi delle organizzazioni umanitarie la polizia giudiziaria, ha subito creato scompiglio.” – Dice ilgiornale.it

Il magistrato ha le idee chiare su come impedire che qualcuno approfitti illegalmente del gigantesco business dell’immigrazione. E ieri è andato di nuovo a Roma per essere sentito dalla Commissione Migranti e Antimafia. «Se a bordo delle navi delle Ong ci fossero delle unità di polizia giudiziaria ha detto sarebbe stato possibile assicurare subito alla giustizia i trafficanti che nei giorni scorsi hanno ucciso un giovane migrante solo per non aver voluto togliersi il cappellino. Non sarebbero tornati impunemente in Libia». La proposta del procuratore è stata naturalmente un pugno nello stomaco al partito delle Ong, che non vogliono saperne di controlli. L’associazione tedesca Jugend-Rettet, per esempio, ha subito escluso categoricamente la presenza a bordo della polizia italiana. «Un’assurdità ritrovarsi dalla parte dei cattivi – ha replicato l’organizzazione al Senato – Veniamo qui perché abbiamo grandissimo rispetto delle istituzioni e però ci veniamo con spirito negativo per quello che sta accadendo attorno alle Ong: viviamo una criminalizzazione globale, è per noi uno choc e ci vogliamo far portavoce di nostri colleghi che non lavorano nel Mediterraneo e che vedono cadere su di loro questa onta». E comunque «non se ne parla di avere operatori di polizia giudiziaria a bordo». Messaggio chiaro.

Il chiarimento di Zuccaro

Zuccaro, dal canto suo, ha spiegato che l’obiettivo delle indagini «non sono le Ong ma i trafficanti e alcune delle più recenti modalità del traffico che abbiamo registrato a Catania e stanno favorendo alcune Ong. Quindi dobbiamo svolgere alcune indagini». Il procuratore ha spiegato di non aver «mai sparato nel mucchio, ma non posso fare nomi. Non è giusto che alcune Ong possano farsi schermo di quelle che sicuramente operano per nobilissimi fini di solidarietà, ed è per questo che è così importante fare chiarezza». Zuccaro ha parlato a lungo di fronte alla Commissione e ha sottolineato che per ora non ci sono rapporti diretti tra mafia e gruppi di criminalità organizzata che controllano il traffico dei migranti. Tuttavia, il magistrato ha affermato che «la massa di denaro finalizzata all’accoglienza è estremamente ampia per non attirare gli interessi delle organizzazioni mafiose. Se io ho affermato che in questo campo gli appetiti mafiosi vi sono comunque, l’ho fatto sulla base di alcune risultanze investigative».

Servono più controlli

Il procuratore di Catania ha poi spiegato che servono nuovi strumenti per combattere la piaga dell’immigrazione clandestina e scoprire le zone d’ombra nei soccorsi. «Con gli strumenti attuali ha detto non siamo in grado di capire chi siano gli eventuali finanziatori delle Ong o eventuali Ong che potrebbero barare». Per affrontare con maggior successo il traffico di esseri umani, secondo Zuccaro, servirebbe «dotare la Guardia Costiera di poteri di polizia giudiziaria». Alcuni strumenti – ha suggerito – si possono ottenere «senza modifiche legislative: si tratta di mettere in campo più strumenti operativi per bloccare i trafficanti quando vengono percepiti dalla polizia giudiziaria». A tal fine, il procuratore ha chiesto «di poter operare intercettazioni anche su navi straniere, senza di volta in volta dover chiedere permessi all’autorità giudiziaria; di disporre navi veloci, capaci di intervenire dal momento delle intercettazioni. Se all’autorità giudiziaria fosse consentito di disporre di questi strumenti, potremmo conseguire risultati importanti».

Fonte: www.ilgiornale.it

Commenti Facebook

RELATED ARTICLES

Italiani scomparsi in Messico, 33 poliziotti sotto inchiesta

Italiani scomparsi in Messico, 33 poliziotti sotto inchiesta

Il procuratore dello Stato di Jalisco, Raul Sanchez, ha annunciato, in una conferenza stampa, che 33 membri

READ MORE
Mattarella nomina 29 ragazzi Alfieri della Repubblica: il più piccolo ha 10 anni. C’è anche bimbo scampato al sisma di Ischia
Tavolo per Roma, Calenda: “Finisce qui. Arroganza e incompetenza della sindaca”. Raggi: “Bluff pre-elettorale, presa in giro”

Tavolo per Roma, Calenda: “Finisce qui. Arroganza e incompetenza della sindaca”. Raggi: “Bluff pre-elettorale, presa in giro”

L’obiettivo del tavolo era riversare sulla Capitale investimenti per 3 miliardi di euro, divenuti 2

READ MORE
Treno deragliato, per esperto probabile problema a infrastruttura

Treno deragliato, per esperto probabile problema a infrastruttura

Per conoscere la causa precisa che ha provocato l’incidente avvenuto ieri sul treno tra Cremona e Milano serviranno alcuni

READ MORE