Box doccia da fantascienza

Il design di Hollywood e quello delle nostre case spesso si mescolano. Anche nel caso dei box doccia.

Box doccia da fantascienza..?

Vi sarà capitato di seguire nelle ultime settimane il “viaggio” di Samantha Cristoforetti.

Samantha, grazie anche all’uso del web e dei social network in particolare, ci dà in tempo reale aggiornamenti sulla bellezza della Terra vista dallo spazio, ma anche, e forse è l’aspetto più interessante, su come possa essere la vita quotidiana nello spazio, in ambienti dove la claustrofobia è di casa e dove l’assenza di gravità rende completamente diverso il rapporto con le attività quotidiane. Fortunatamente il design bagno non si ispira certo alle scomodità della Stazione Spaziale Internazionale: stiamo parlando invece di box doccia di… tecnologia superiore! 😉

Box doccia… famosi

I visual designer di Hollywood, “da contratto”, quando affrontano un film di fantascienza non devono far altro che inventarsi una visione coerente del futuro. Una visione in cui non ci si può dimenticare della “vita di tutti i giorni”.

Così c’è bisogno, ebbene sì, di doversi immaginare anche come possano essere bagno, arredo bagno e box doccia nel futuro…

Il fatto è che a sua volta la bravura e visionarietà di questi visual designer può diventare fonte di ispirazione se vogliamo progettare un bagno magari un po’ fuori dal coro dei componenti in veste classica, o con una netta dose di ultramodernità.

Dalla doccia di Zhora in Blade Runner, alle versioni spartane di film come D.A.N.L. (qualche volta spartane solo perché il budget è quello che è…), forse tra i film più recenti è Oblivion quello che può servire come fonte di ispirazione: il super – attico (flottante a duemila metri di altezza!) di Joseph Kosinski / Tom Cruise e Victoria / Andrea Riseborough non è poi così lontanto, visualmente, dal box doccia circolare la cui immagine accompagna questo post.

Massimiliano Roveri

Massimiliano "Q-ROB" Roveri scrive per, su e di Internet dal 1997. Laureato in filosofia e prestato al mondo IT blogga, condivide (e insegna a bloggare e condividere) tra l'Irlanda e l'Italia.