Quando l'arredo bagno si fa alternativo

Quando l'arredo bagno si fa alternativo

Novembre 2, 2015 Off Di Massimiliano Roveri

Quando si tratta di affrontare la questione dell’arredo bagno le soluzioni a disposizione sono forse molte più di quelle che si pensa, anche grazie alla comodità di consultare i cataloghi e procedere all’acquisto online.

Arredo bagno: perché essere originali non è mai stato così facile

Tutti gli aspetti dell’arredo bagno sono ormai altamente personalizzabili. Dai materiali ai colori, dal design alle scelte per il risparmio energetico e idraulico, non c’è mai stata così tanta scelta a disposizione.
Prendiamo per esempio i sanitari: non c’è più solo la ceramica per quanto riguarda i materiali, e la grande varietà di stili e linee a disposizione rende più semplice ottenere una armonica integrazione tra tutti i componenti, ottenendo anche nell’arredo bagno un effetto arredamento che prima, magari, si destinava solo a zone della casa considerate più importanti.
Stando nello specifico dei mobili bagno, quel che è da notare è che, in questo specifico caso, la varietà si presenta ancora più ricca. Con il ferro battuto e le soluzioni a muro per il lavabo si possono ottenere ambienti in cui lo spunto da seguire è quello del minimalismo, della ultra – modernità, delle linee semplici.
Ma si può andare anche in direzione diametralmente opposta, utilizzando il legno vivo e i modelli che si ispirano alla cosiddetta “arte povera” e a elementi rustici per ottenere, invece, una stanza da bagno calda, che guarda al passato più che al futuro, in cui l’eleganza di altri tempi diventa una nuova formula per il comfort e la comodità.

Arredo bagno: ma soprattutto, scegli quello che fa per te

Così, tra lavabo e mobili bagno, tra vasca da bagno e rubinetterie, si ottiene un ambiente che non solo sarà comodo, ma che dirà anche qualcosa di chi lo ha creato, di chi ne ha scelto i componenti facendone un tutto unico, armonico ed equilibrato.
Non resterà da fare altro che scegliere gli accessori bagno più adatti per completare l’opera e il gioco è fatto, magari senza nemmeno essersi dovuti muovere da casa…