#cronachedadublino: il tour letterario di Dublino

Marzo 29, 2015 Off Di Massimiliano Roveri

Esistono molti ottimi tour guidati in Italiano a Dublino, ma #cronachedadublino è la vera esperienza dublinese per bibliofili!

La città dei premi Nobel: ecco perché un tour letterario

Dublino è Unesco City of Literature: come dire che è la capitale mondiale della letteratura.
Del resto, avendo dato i natali a tre premi Nobel per la letteratura (Shaw, Yeats, Beckett) e a James Joyce, l’inventore del romanzo post-moderno, non potrebbe essere altrimenti…
E un tour letterario di Dublino è un modo diverso di godersi la città, raccontandola proprio a partire dai suoi tanti scrittori: sì, perché oltre a Joyce e ai tre premi Nobel, alcuni tra i maggiori esponenti della letteratura moderna e contemporanea sono nati in riva alla Liffey…
Cronache da Dublino, o meglio #cronachedadublino, data la sua alta vocazione social, è una esperienza narrativa condotta per le strade dublinesi.
Un’esperienza non da turisti, ma piuttosto da Viaggiatori, un’esperienza con cui si attraverseranno non solo le strade dublinesi, ma anche le terre del mito celtico e la sterminata tradizione letteraria dell’Isola di Smeraldo, creando nuove narrazioni su un blog dedicato e sui social network.
Gli argomenti della chiacchierata – camminata spaziano tra regine celtiche in cerca di pari opportunità, furti di tori e super-eroi ante litteram, di terroristi che ridisegnano il panorama urbano, di incantesimi druidici e di amicizie tradite, di generali inglesi e di balene bianche, di musicisti, di papere salvate in mezzo a combattimenti e, naturalmente, di pinte. Perché non si può raccontare Dublino, neanche quella letteraria, senza raccontare anche della sua black stuff, la birra nera per antonomasia, la Guinness.
Dalla letteratura mitologica celtica si passerà alla storia dei tanti scrittori irlandesi e dublinesi in particolare: Shaw e Yeats, Beckett e Joyce naturalmente. Ma anche i “nuovi”, come Roddy Doyle, reso famoso anche dalla trasposizione cinematografica di alcune delle sue opere, o i nuovissimi, come il geniale Paul Murray.
Il tutto in una esperienza di Dublino alternativa e dedicata a tutti coloro che, quando visitano un luogo, vogliono visitarne anche la letteratura!