I calici di spumante sono nelle mani di due friulani

Ottobre 16, 2015 Off Di ZenzCom

E’ tutto nelle mani di Marco Simonit e Pierpaolo Sirch: le aziende dello Champagne e del rosso di Bordeaux hanno richiesto il supporto tecnico e operativo delle mani sapienti di questi due friulani per riuscire a lavorare sui vitigni e salvaguardare il loro patrimonio più prezioso.
imgresI brand in questione sono Moet&Chandon e Chateau Latour e i due friulani, che vivono tra Cormons e Corno di Rosazzo, sono stati contattati in quanto famosi “preparatori di uva” e già collaboratori di un’ottantina di aziende tra Italia ed estero. Il cuore della Francia da oggi è anche un po’ italiano grazie alla tecnica e all’ingegno di questi due professionisti. L’appalto a Marco Simonit e Pierpaolo Sirch dovrà consentire a questi vitigni di vivere ancora a lungo (hanno già molti decenni) e di continuare a produrre grandi vini.
Il gruppo di specialisti (circa una ventina di esperti) si occuperà di salvaguardare la salute dei vigneti di queste due famose Maisons francesi: il Premier gran cru classé di Château Latour, che è uno dei più prestigiosi vini al mondo, e la casa di Champagne più famosa del mondo, Moet&Chandon. Il primo, di proprietà del finanziere Francois Pinault, si trova nella zona del Médoc, con una vigna che viene coltivata da prima del 1670 circa.
L’altra maison, fondata nel 1743, dispone di 1200 ettari di vigneti e produce oltre 32 milioni di bottiglie ogni anno. Ma da oggi per gustare degli ottimi calici spumante dovremmo far affidamento solo alle mani esperti di questi due friulani.